0
0
0
s2smodern

  

  Pubblicita no grazie

 

Nel 1957 viene trasmesso su Rai1 Carosello, chi la ricorda? Fu il primo programma ad accuparsi di pubblicità, in un formato serio e gradevole che divenne presto un successo, coniando la famosa frase " a letto dopo carosello" originata dal fatto che la trasmissione era programmata nelle ore serali del dopo cena.

Quanti anni sono passati da allora, 60 per l'appunto e la pubblicità da allora di strada ne ha fatta tanta.

La pubblicità piace non c'è niente da dire, quando ben fatta la guardo volentieri anche io, ci sono spot che hanno fatto epoca e che ancora dopo anni vengono riproposti senza mai perdere smalto o efficacia.  

Questo filmato risale al 1983 e a Natale torna sempre in circolazione.

 

aa

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Con il passare degli anni la Pubblicità ha affinato i suoi strumenti approfittando anche dell'evoluzione della tecnologia e dei canali di diffusione, tv, radio, smartphone, stampa, mail, web. Ha invaso tanti aspetti della nostra vita, e se all'inizio il bon ton e la qualità erano un target necessario e ricercato per emergere ora si punta sulla quantità e sulla prepotenza per catturare volenti o nolenti la nostra attenzione.

  • Quindi via all'invasione di carta , volantini, depliant nelle nostre cassette postali,  
  • Programmi televisivi e radiofonici farciti di spot ripetitivi e assillanti e di bassa qualità,
  • Mail di offerte, miraggi, premi, minacce, virus nella nostra casella postale sul pc,
  • Pop up, filmati, banner che compaiono puntalmente sulle pagine web che consultiamo impedendoci di leggere,
  • Telemarketing selvaggio a tappeto anche sui numeri di telefono privati,
  • Porta a porta fastidiosi e anche pericolosi.

 

Come si vede, siamo circondati, e viene da chiedersi come sia stato possibile tutto cio.

Nel 1996 viene emanata la legge 31 dicembre 1996 n. 675, Tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali, successivamente è stata integrata da altre norme allo scopo di evitare che il trattamento dei dati personali avvenga senza il consenso delgi aventi diritto.

Nel 2010 con il DPR 178/2010 viene istituito  il Registro delle Opposizioni, che, come cita il sito stesso è un nuovo servizio concepito a tutela del cittadino, il cui numero è presente negli elenchi telefonici pubblici, che decide di non voler più ricevere telefonate per scopi commerciali o di ricerche di mercato e, in pari tempo, è uno strumento per rendere più competitivo, dinamico e trasparente il mercato tra gli Operatori di marketing telefonico.

Si capisce benissimo quindi che il problema dell'invadenza della pubblicità è piuttosto reale, tanto da spingere il legislatore a lavorare per cercare di regolamentarlo, ma come spesso succede fatta la legge  trovato l'inganno, e così dopo una breve esitazione necessaria a ricaricare le batterie l'invadenza è continuata.

Le leggi ci sono quindi, quello che manca è un organo di controllo efficace ed in grado di reagire alle richieste dei cittadini, che, dopo avere presentato denunce e lamentele sui contorti portali delle varie associazioni di difesa ( e dire contorti è dir poco) non vedono nessun risultato e nessun miglioramento. 

Ormai poi è raro trovare qualcuno in carne ed ossa a cui rivolgersi per avere assistenza, Call center, Chat line e Forms da compilare hanno sostituito le persone,  non sappiamo se dall'altra parte c'è qualcuno che capisce, che ha voglia di ascoltarci ed aiutarci, che ne sappiamo che fine fanno i nostri reclami e i nostri dati, a cosa serve secondo voi tutta questa babele di procedure ?

A poco!

Il loro intento principale è quello di evitare il piu possibile i contatti con gli utenti per non correre il rischio di doversi esporre.

Tocca pertanto a noi difenderci nel miglior modo possibile, non risolveremo tutti i problemi ma almeno potremo arginarli.

Proviamo allora ad esaminare la lista che vi ho scritto prima, tenete presente che non tutto si potrà affrontare con l'informatica e  che non adremo alla scoperta dell'uovo di colombo, procediamo quindi con ordine.

 

Invasione di carta , volantini, depliant nelle nostre cassette postali 

La soluzione la conoscete già, la cassetta della pubblicità che ormai è pratica comune in tutte le abitazioni.  

 

Programmi televisivi e radiofonici farciti di spot ripetitivi e assillanti e di bassa qualità

Le emittenti televisive qui hanno dato il massimo, forti del fatto che sanno benissimo di stancare gli utenti con gli spot hanno inventato le Pay tv, cosi se vuoi vedere programmi privi di pubblicità paghi (ancora oltre al canone rai) . Siamo pero' nell’era dello streaming e quindi se abbiamo un pc troviamo tante risorse che ci permettono di guardare film, telefilm e altro con costi nettamente piu bassi delle pay tv, una di queste è Infinity che ha un costo di 7,99 euro/mese ed il primo mese è gratis. Se poi sei iscritto ad Amazon Prime ( ci si puo iscrivere se si è clienti Amazon) hai diritto ad accedere gratis al servizio Amazon Prime video, sbarcato da poco sul web non ha tantissime offerte pero sta crescendo. Altro sito di streaming gratis è Pop corn tv, non avrà certo un palinsesto ricchissimo ma per quel che costa. Non dimentichiamoci poi di You Tube che ospita una nutrita collezione di film completi da poter vedere anche qui gratis.

Se poi siete come me amanti del cinema, visto nella grande sala e non volete attendere che la tv libera o Pay vi proponga il film che attendete , ricordatevi che quasi tutte le sale cinematrografiche hanno giornate  a prezzi ridotti, basta informarsi.

 

Mail di offerte, miraggi, premi, minacce, virus nella nostra casella postale sul pc,

Lo spam è una piaga che colpisce milioni di persone, non c'è ancora una soluzione definitiva, ma esistono diverse strategie che ci aiutano a contrastarla e ridurla al minimo.

La prima cosa da fare è crearsi un secondo indirizzo mail da utilizzare per iscriversi e/o registrarsi in tutti quei contesti da cui non desideriamo ricevere ulteriori informazioni, e non sto parlando della mail temporanea ma di una vera e propria casella. Non serve, e non lo consiglio, utilizzare dati reali, anzi, inventate proprio, ed evitate di inserire numeri di cellulare per eventuali controlli, ci sono tanti siti dove effettuare la registrazione, cercate fino a trovare quello che fa per voi.

Se scaricate la posta con un client, tipo Outlook, vi raccomando di non inserire anche la nuova mail, scrivetevi i dati di accesso su un file di word e accedete dal web per controllarla.

Non rispondete mai alle mail di spam che ricevete, disiscrivetevi a tutte le newsletter che vi arrivano se non vi interessano, fate attenzione quando fleggate le autorizzazioni sulla privacy, adesso molti siti hanno cominciato a dividere i consensi per il trattamento dei dati da quello per ricevere offerte pubblicitarie.

Ricordate che esiste un vero e proprio commercio di liste di mail e numeri di cellulari, qualunque attività dove avete lasciato i vostri dati è a rischio di diffusione, il vostro carrozziere o il supermercato dove avete magari chiesto la carta fedeltà, il negozio di cibo per animali, la mamma dell'amico di scuola di vostro figlio a cui avete dato il numero di telefono o la mail per motivi scolastici, magari ha una attività e senza chiedervi permesso vi trovate bersagliati da sms di offerte ( a me è capitato) . 

Insomma, ormai pochi hanno rispetto, se dovete proprio lasciare dei dati, dove potete inventate! Ma soprattutto non date con troppa facilità il vostro numero di telefono o indirizzo mail principale , valutate chi ve lo chiede. E' il nostro comportamento la miglior difesa.

 

Pop up, filmati, banner che compaiono sulle pagine web

Niente di piu fastidioso quando ci rechiamo su una pagina web per bisogno e ci troviamo improvvisamente la visuale oscurata da un annuncio pubblicitario, guardiamo alla ricerca della famigerata crocetta per chiuderlo e non la troviamo, quando poi finalmente ci riusciamo e crediamo di essere in salvo ecco che parte una musica assordante chissa da dove, e allora togliamo il volume al pc, tutto finito? Assolutamente no, ogni volta che cambiamo pagina leggendo una notizia riparte tutto il carosello.  Che disagio! Senza poi considerare che tutta questa merce che si attiva, non richiesta, appesantisce la navigazione e ci prosciuga giga, specialmente se succede su uno smartphone. Ma come facciamo per evitare questa invasione?

Niente paura ci sono dei programmi apposta chiamati Adblocker che come dice la parola bloccano le pubblicità, i cookies e anche i malware, rendendo la navigazione leggera e piu tranquilla. Ogni Browser ha i suoi prodotti basta fare una piccola ricerca in questo modo:

 

"adblocker per Chrome o Firefox o Opera ecc. "

 

Nei risultati troverete quella che piu è adatta al browser che siete soliti utilizzare, di solito sono estensioni dello stesso browser che si possono installare con pochi clic. Molti di questi programmi poi possono essere messi in pausa nel caso vi blocchino l'accesso alle pagine che volete visitare.

 

Telemarketing selvaggio a tappeto anche sui numeri di telefono privati 

 

Ultima manovra in ordine di tempo, telefonate pubblicitarie e di recente anche sui numeri cellulari privati. Come ho scritto sopra era stato istituito il Registro delle opposizioni per regolamentare questa materia, e all'inizio devo dire che per un po ha anche funzionato, peccato che pero' fosse valido solo per i numeri fissi e comunque anche questa opzione è stata bellamente ignorata anche per questi, soprattutto dalle aziende di telefonia , gas luce ed acqua.

Dove pensate che trovino i nostri numeri di cellulare? Ma dagli stessi fornitori di telefonia tanto per cominciare, potete firmare quello che volete ma dopo si apre un buco nero e perdete il controllo dei vostri dati.

Attenzione allora, tanto per cominciare avrete nel vostro cellulare una rubrica con i numeri di amici e parenti, se arriva quindi una chiamata da un numero che non conoscete guardate la località da dove arriva ( quasi tutti i telefoni vi danno questa possibilità) , Milano, Lamezia terme, Bari, Roma, conoscete qualcuno in questi luoghi? NO. Allora non rispondete o non richiamate.

Ricevete una telefonata da un numero Sconosciuto? Sapete vero che è possibile nascondere il vostro nominativo se volete? Io non rispondo mai . Se si nascondono allora non hanno bisogno.

Esistono poi delle App per cellulare , una l'ho descritta qui, che permettono di identificare chi vi chiama, installatele e cominciate ad usarle. Ne segnalo un'altra molto buona, Dovrei rispondere?, si appoggia su una comunità di utenti che lasciano una valutazione sulle telefonate ricevute segnalando numeri di telemarketing e scocciatori vari.

Una volta identificato il disturbatore passate il numero in Blacklist e fine delle telefonate. 

Ma come facevamo quando non esistevano i cellulari, non ho notizia di qualcuno che sia morto per mancanza di gas o luce o acqua, la tecnologia anche se comoda non va usata senza criterio.

 

Porta a porta fastidiosi e anche pericolosi 

 

Venditori di merce e contratti bussano anche alle porte delle nostre attività e delle nostre case, una volta li trovavamo solo lungo le strade e nei luoghi di villeggiatura, anche questi si sono evoluti e non in meglio. A parte il fastidio poi c'è anche il pericolo di trovarsi figuri grandi e grossi che insolentiscono, cercano di entrare con mal garbo ( tipico il piede attraverso la porta)  per estorcere quello che vogliono. Quindi non solo una truffa ma anche paura. 

Il modo migliore per affrontarli è non aprire, usare il citofono per rispondere, se non lo avete o non funziona, aprite una finestra, affacciatevi al balcone. Se vi accorgete che sono già per le scale e non sapete con chi avete a che fare e soprattutto siete soli non aprite, torneranno ma anche no, tanto i vostri fornitori del gas luce o acqua avvisano sempre prima se han bisogno, e se devono prendere i numeri del gas lasceranno una cartolina. 

Non esiste nessuna urgenza che vi impone di rispondere a gente che non vedreste nemmeno se invece che essere a casa magari perchè malati foste al lavoro.

Queste cose sono importantissime soprattutto per anziani e bambini.

 

Come dicevo prima gran parte della soluzione di questi problemi è dovuta al nostro comportamento, è un peccato pensare che siamo nel 21 secolo e sembra che siamo in piena guerra con il prossimo.

 

Milva

e-max.it: your social media marketing partner

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna